Piero Rattalino sito

Conoscere Beethoven: due incontri con Piero Rattalino

Doppio appuntamento con Piero Rattalino, musicologo e consulente artistico del Festival, per gli appassionati di Brescia e Bergamo che vogliano approfondire la figura di Beethoven inserita nel contesto storico in cui il celebre compositore si trovò a vivere ed a scrivere i suoi capolavori.

A Brescia una conferenza-concerto, il 26 aprile alle 18 nel salone Da Cemmo del Conservatorio Luca Marenzio, in piazzetta Benedetti Michelangeli. Qui, ponendo una accanto all’altra in un percorso parallelo la vita e la musica del Genio di Bonn, la riflessione partirà da una domanda: se non ci fosse stata la Rivoluzione Francese e se Napoleone non fosse esistito, che vita avrebbe avuto Beethoven? Avrebbe composto gli stessi capolavori? Accanto a Piero Rattalino ci sarà il pianista Takahiro Yoshikawa che interpreterà le Sonate op. 13 “Patetica” e op. 81a “Les adieux” di Ludwig Van Beethoven, esemplificando dal punto di vista strettamente musicale i temi che via via Rattalino avrà illustrato.

A Bergamo invece l’appuntamento, introdotto dalla giornalista e scrittrice Mimma Forlani, si inserisce nel “Progetto Scuole” del Festival ed è per giovedì 27 aprile alle 10 all’interno della Fiera dei Librai, allestita nel viale accanto al Teatro Donizetti. Piero Rattalino incontrerà nell’occasione anche una novantina di studenti di tre istituti, il liceo classico Sarpi, lo scientifico Mascheroni e il musicale Secco Suardo, che hanno letto e approfondito in classe il libro “Celeste e infernale”, scritto dallo stesso Rattalino. Nel volume si approfondisce la storia d’Europa al tempo del Congresso di Vienna proponendone anche un’analisi musicale attraverso le figure di diversi compositori, a partire proprio da quella di Beethoven.

La partecipazione in entrambi i casi è libera.