La Filarmonica del Festival in San Francesco web

Ponte di Legno: concerto in ricordo di Papa Paolo VI

Un appuntamento musicale prezioso che non vuole essere mera consuetudine ma sentito e sempre attuale ricordo di un grandissimo personaggio bresciano: Giovanni Battista Montini.  A Ponte di Legno si conferma anche quest’anno la tradizione del concerto dedicato alla memoria di Papa Paolo VI: domenica 6 agosto, alle 21, la chiesa parrocchiale ospiterà la serata, nel 39° anniversario della scomparsa del Pontefice, avvenuta a Castel Gandolfo il 6 agosto del 1978. Protagonista sarà la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, diretta dal suo fondatore, Pier Carlo Orizio. In programma la Sinfonia per archi n. 10 di Mendelssohn, la Serenata per archi op. 20 di Elgar e due pagine mozartiane, il mottetto per soprano e orchestra k 165 “Exultate, Jubilate”, con la partecipazione del soprano Alessia Pintossi, e la Sinfonia k 201.

La serata, giunta alla XVIII edizione, si ispira al pensiero montiniano nei confronti dell’arte e degli artisti. Paolo VI coglieva infatti nelle opere d’arte l’incarnazione della luce spirituale e riteneva che pittori, scultori, musicisti e poeti fossero portatori di bellezza, valore capace di irradiare spiritualità.

Per Ponte di Legno si tratta di un appuntamento particolarmente sentito: “Paolo VI in gioventù amava trascorrere alcuni giorni di vacanza nella casa di famiglia a Ponte di Legno, ricorda il sindaco Aurelia Sandrini, e vi tornò spesso come semplice prete e poi da vescovo e da cardinale. Tra i molti amici vi erano anche il maestro Agostino Orizio, fondatore del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, e il parroco don Angelo, con i quali si era creato un forte legame di amicizia. La serata del 6 agosto con la Filarmonica del Festival diretta da Pier Carlo Orizio è dunque un evento al quale l’amministrazione tiene particolarmente e che intende sostenere anche in futuro”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la presidente della Pro Loco Elena Veclani, che ricorda anche come la famiglia Montini nutra ancora oggi grande affetto per Ponte di Legno, località che continua a frequentare. Anche per questo il 6 agosto con il concerto che da tanti anni viene eseguito in memoria della scomparsa di Paolo VI è ritenuto un appuntamento imprescindibile ed atteso da tutti, residenti e ospiti. E l’auspicio per il futuro da parte della presidente Veclani è quello di poter tornare ad organizzare, nel nome di Papa Montini, un cartellone più articolato di avvenimenti, come accaduto in passato.

Per la Filarmonica del Festival, fondata da Pier Carlo Orizio nel dicembre del 2013  e composta da giovani e affermati talenti, è questo un anno ricco di appuntamenti che ne stanno accrescendo valore e fama: ricordiamo tra i prossimi concerti di spicco quello del 6 settembre all’Arena di Verona per il decimo anniversario della scomparsa di Luciano Pavarotti, quando si esibirà al fianco, tra gli altri, di Plácido Domingo, José Carreras e Zucchero.

Il concerto del 6 agosto è promosso dal Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, dall’Associazione Musicale Gasparo da Salò, dal Comune di Ponte di Legno, dalla Pro Loco e dalla Parrocchia ed è sostenuto dalla Fondazione Banca San Paolo di Brescia.