András Schiff

Pianista

Sir András Schiff è nato a Budapest nel 1953. Ha ricevuto le sue prime lezioni di pianoforte all’età di 5 anni, con Elisabeth Vadász. Successivamente ha proseguito gli studi presso l’Accademia Franz Liszt di Budapest con Pál Kadosa, György Kurtág e Ferenc Rados oltre che a Londra con George Malcolm.
Sir András Schiff dedica una parte importante della sua attività ai recital pianistici e all’esecuzione delle più importanti opere cicliche di Bach, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Chopin, Schumann e Bartòk.

Nella primavera del 2011 Sir András Schiff ha suscitato scalpore, esprimendosi pubblicamente contro gli allarmanti sviluppi politici in Ungheria. A queste dichiarazioni hanno fatto seguito pesanti attacchi offensivi da parte dei nazionalisti ungheresi, che hanno portato alla sua decisione di non tenere più alcun concerto nel suo paese natale.

Sir András Schiff ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali; nel giugno 2006 è stato eletto membro onorario della Beethovenhaus di Bonn; nel settembre 2008, ha ricevuto una Wigmore Hall Medal; nel 2011 gli è stato assegnato il Premio Robert Schumann della città di Zwickau.
Nel 2012 Sir András Schiff è stato insignito della Medaglia d’Oro dalla Fondazione Internazionale Mozarteum, ha ricevuto un ‘Order Pour le mérite for sciences and arts’, è divenuto membro onorario del Musikverein di Vienna ed è stato nominato Special Supernumerary Fellow del Balliol College di Oxford. Sempre nel è stato insignito della Gran Croce al Merito con Stella della Repubblica Federale di Germania.
Nel 2013 gli è stata conferita la Medaglia d’oro della Royal Philharmonic Society di Londra, mentre nel 2014 è stato premiato dall’Università di Leeds e, nel 2018, ha ricevuto un dottorato honoris causa da Sua Altezza Reale il Principe Carlo in qualità di Presidente del Royal College of Music. Nel 2014 è stato onorato dalla Regina Elisabetta II per i suoi servizi alla nobiltà della musica.
Nel 2022, Sir András Schiff è stato nominato uno dei “più importanti interpreti di Bach del nostro tempo” e ha ricevuto la Medaglia Bach della Città di Lipsia.
Nell’agosto 2023 è stato riconosciuto “artista essenziale che ha contribuito alla storia del festival” dal Festival di Salisburgo, che gli ha conferito la tradizionale Spilla con Rubini.