Ilia Kim pianista

Ilia Kim

Pianista

Nata a Seul, debutta a undici anni con un recital nel Sejong Arts Centre, che le conferisce un premio per fanciulli eccezionalmente dotati, assegnandole una borsa di studio per recarsi all’estero. Nel 1988 si iscrive nella Hochschule der Künste di Berlino, diplomandosi nel 1994 col massimo dei voti. Segue quindi i corsi per concertisti al Mozarteum di Salisburgo, alla Hochschule für Musik und Theater di Hannover e all’Accademia Pianistica di Imola, dove si dedica anche al fortepiano.

Dopo aver iniziato l’attività concertistica in Corea, suona in Germania e nel resto del mondo partecipando fra l’altro al Musik Festival dello Schleswig- Holstein, alle Holland Music Sessions, al Festival di Dubrovnik, al Festival di Brescia e Bergamo e ai Tiroler Festspiele di Erl. Ha suonato con importanti orchestre quali l’Orchestra Filarmonica e l’Orchestra della Radio Nazionale di Seoul, l’Orchestra del Teatro Bellini di Catania e del Massimo di Palermo, l’Orchestra Haydn di Bolzano, I Pomeriggi Musicali di Milano, la Sinfonica di Roma, la China Philharmonic, la Guangzhou Symphony Orchestra, la Shanghai Oriental Symphony Orchestra, la Dortmunder Philharmoniker, la Filarmonica Szymanowski, l’Orchestra del Teatro Nazionale di Brasilia, l’Orchestra Sinfonica Portoghese.

Ha tenuto recital in molte città italiane, anche con programmi a tesi. Nel 2001 ha preso parte a Catania alla prima esecuzione assoluta di “…malinconia, ninfa gentile” per canto, due pianoforti concertanti e orchestra d’archi di Azio Corghi, registrata e pubblicata in disco a cura della Presidenza del Senato d’Italia. Con Piano Classics ha inciso il suo ultimo disco, interamente dedicato a Clementi.