Martha Argerich pianista

Martha Argerich

Pianista

Studia pianoforte dall’età di cinque anni con Vincenzo Scaramuzza. Enfante prodige, inizia molto presto a esibirsi in pubblico. Arriva in Europa dagli USA nel 1955: studia a Londra, a Vienna e in Svizzera con Bruno Seidlhofer, Friedrich Gulda e Nikita Magaloff, con la signora Lipatti e con Stefan Askenase. Due anni dopo già si aggiudica il Primo Premio nei concorsi di Bolzano e Ginevra, poi nel 1965 vince il concorso Chopin a Varsavia. Da quel momento, la sua carriera è una successione di trionfi.

Seppure per temperamento e tecnica sia particolarmente adatta a pagine virtuosistiche dei secoli XIX e XX, si rifiuta di considerarsi come specialista di una particolare epoca. Il suo repertorio è quindi molto vasto e comprende Bach, come pure Bartók, Beethoven, Schumann, Chopin, Liszt, Debussy, Ravel, Franck, Prokofiev, Stravinskij, Šostakovič, Čajkovskij, Messiaen. Ha inciso per EMI, Sony, Philips, Teldec, DGG e molti dei suoi concerti sono stati trasmessi dalle televisioni del mondo intero.

Ha ricevuto numerosi premi per le sue incisioni: diversi Grammy Award, Gramophon – Artist of the Year, Best Piano Concerto Recording of the Year, Choc del «Monde de la Musique» per il suo recital ad Amsterdam, Artista dell’Anno della Critica Discografica Tedesca, Sunday Times – Record of the Year e BBC Music Magazine Award per la sua registrazione di Šostakovič (EMI – 2007). Le sue incisioni più recenti includono il recital in duo con Daniel Barenboim (Deutsche Grammophon) e I Concerti di Mozart K466 e K503 con l’Orchestra Mozart e Claudio Abbado.

Direttore Artistico del Beppu Festival in Giappone dal 1998, nel 1999 ha creato sia il Concorso Internazionale di Pianoforte che il Festival Martha Argerich a Buenos Aires per poi dar vita, nel 2002, al Progetto Martha Argerich a Lugano.