Filippo Gorini sostituisce Martina Filjak

A causa di un’improvvisa indisposizione la pianista Martina Filjak, che avrebbe dovuto debuttare al Teatro Donizetti domenica 19 maggio e al Teatro Grande di Brescia il giorno successivo, viene sostituita da Filippo Gorini.

 

Il programma del recital di Gorini si apre con una selezione di brani da Játékok di Kurtág, seguiti da due sonate composte entrambe nell’ultima fase della vita di due compositori – la Sonata op.109 di Beethoven e la Sonata in la maggiore D959 di Schubert.

Vincitore nel 2015 del Concorso Beethoven di Bonn, Filippo Gorini, classe 1995, è un talento cresciuto al Conservatorio Gaetano Donizetti di Bergamo. La sua prima partecipazione al Festival risale al 2016, all’interno del cartellone dei “Concerti con i giovani talenti”, ed ha debuttato ufficialmente al Teatro Donizetti l’anno successivo. Vincitore del Premio Abbiati come miglior solista del 2022, Gorini ha ricevuto inoltre il Franco Buitoni Award (2023), il Borletti-Buitoni Trust Award (2020), e il Premio ‘Una vita nella musica – Giovani’ 2018, assegnato dal Teatro La Fenice di Venezia.

Gorini tornerà poi sul palco del Festival Pianistico lunedì 27 maggio al Teatro Donizetti come solista del Concerto in re minore K 466 di Mozart, accompagnato dai Virtuosi Italiani diretti da Pier Carlo Orizio.